Contatti 0372 23451

L'approccio diagnostico ortopedico orientato alla razza (BOA, breed oriented approach) premette di focalizzare immediatamente la ricerca delle patologie osteo-articolari più frequenti in ciascuna razza, offrendo la possibilità al clinico di operare secondo delle priorità, con minor dispendio di tempo e d'indagini diagnostiche. Consente anche, in virtù della sospettabilità delle varie patologie in ciascuna razza, di operare delle diagnosi precoci, prima dell'instaurarsi di gravi degenerazioni artrosiche, e di facilitare le diagnosi differenziali in presenza di patologie concomitanti.

Un primo orientamento diagnostico può essere fornito dalla taglia e dal peso del cane.
Nei cani di taglia piccola e nei cani toy, infatti, le patologie ortopediche di più frequente riscontro sono la necrosi avascolare della testa del femore, la lussazione della rotula, la sublussazione della spalla e la rottura del legamento crociato anteriore, soprattutto in cani adulti ed anziani.
Nei cani di taglia grande e gigante, invece, possiamo riscontrare frequentemente la displasia dell’anca e del gomito, la presenza di OCD in diverse sedi, la rottura del legamento crociato anteriore, la lussazione della rotula e la distorsione della spalla.

Un approccio diagnostico più mirato è quello orientato alla razza.
A quest scopo è stato creato un elenco delle patologie ortopediche di più frequente riscontro nelle singole razze, che ovviamente non esclude la possibilità che possano verificarsi anche altre patologie, magari con frequenza più sporadica. Sulla base di questo elenco è possibili indirizzare l'indagine diagnostica sia come diagnosi precoce durante l'accrescimento, che come check-up ortopedico nei cani adulti.

COMPENTENZE

Esperienza, amore e competenza nei vari settori della clinica degli animali da compagnia.

Dott. Aldo Vezzoni

DIRETTORE SANITARIO

I nostri punti di forza

CERTIFICAZIONI

Dicono di noi

RECENSIONI E FEEDBACK